Papà con figlio

Papà Moderni e Figli, tra Voglia di Fare e Sfide

I Papà di Oggi Spendono Molto Più Tempo con i Figli…Ma Non è Sempre Facile

Lo scorso sabato eravamo a una festa di compleanno di uno dei migliori amici di Sam. Unto, cosí si chiama il bambino, é finlandese e ha compiuto 4 anni. I genitori di Unto sono entrambi finlandesi. Sono biondi, dai denti bianchissimi, molto sportivi e socievoli. Sono una coppia molto moderna. Lo si vede. Sono moderni per i ruoli che hanno come genitori, nel modo in cui stanno educando i due figli (c’é anche una sorellina di 1 anno), nel modo di vestire, e nell’uso che fanno della tecnologia.

E sono anche delle persone super eco-friendly. Non hanno una macchina, per scelta. Si muovono solo con mezzi pubblici, bici e a piedi (spesso andando di corsa e indossando materiale tecnico). Io non mi ritengo affatto un padre all’antica, ma non credo di essere tanto moderno quanto loro.

Alla festa di compleanno c’erano una decina di bambini con rispettivi genitori. Quasi tutti europei ma di vari paesi. Finlandesi, italiani, francesi, olandesi, portoghesi, estoni, belgi, rumeni, un paio di americani e una canadese (mia moglie). Tutti professionisti che parlano varie lingue e che hanno vissutto in diversi paesi. Si parlava, si beveva crèmant e si tenevano d’occhio le belve. Una festa piacevole, ma come tante altre.

Papà Moderni e Figli - Chi Siamo

I bambini piú piccoli giocavano pacificamente su una coperta da picnic sul prato. I piú grandi invece si rincorrevano, urlavano, ridevano e litigivano in giardino e sulla terrezza adiacente. Lo zucchero iniziava a entrare in circolazione e i suoi effetti eccitanti si iniziavano a notare.

Modi di Dire e Frasi Fatte

A un certo punto ho visto Sam bisticciare con Eva, una sua amichetta. Sam giocava con un camion dei pompieri e apparentemente Eva voleva prenderlo e giocarci lei. Si litigavano il camion. Uno lo tirava da un lato e l’altro lo tirava dall’altro. Tutto qui. Li ho osservati, ho sorriso e ho continuato a sorseggiare il mio crèmant, fresco e con tante bollicine.

Continua a leggere

Sonno, Questioni di Coppia e Qualche Consiglio

Il mercoledí é tradizionalmente il giorno della settimana in cui sono piú stanco. I mercoledí iniziano sempre un pó piú presto degli altri giorni in quanto ho il corso di francese la mattina: alle 0830, a voler essere precisi. Il professore é un tizio pignolo e a me piace essere puntuale. Anzi a me piace essere sempre in netto anticipo, cosí che finisco per arrivare in classe alle 8 o massimo alle 0810.

Di conseguenza i mercoledí mattina tutto si svolge una trentina di minuti prima del solito…la mia sveglia e quella di Sam, la doccia, la colazione, l’arrivo al nido. E tutto si fa in fretta e furia, e a ritmi serrati. Come nella vita di un cadetto d’accademia. Continua a leggere