Come Restare in Forma da Papá

Natalia si era organizzata con un’amica, mamma di una compagna di nido di Sam, per andare tutti insieme in piscina questa mattina. Anche loro, come noi, hanno un bebé: Stefano, di quattro mesi. Alla fine il piano per andare in piscina é saltato e abbiamo optato per visitare un mercatino natalizio (e si, qui iniziano presto) della Croce Rossa lussemburghese.

Ovviamente Natalia mi aveva chiesto se fossi d’accordo sull’andare in piscina e le avevo risposto che per me andava bene. Avevo accettato piú che altro perché se non lo avessi fatto, mi avrebbe accusato di essere quello che non vuole mai andarci. Premetto che non é vero che non voglio andare in piscina (anzi), sebbene statistiche alla mano Sam si sia ammalato (e si ammala pochissimo, thank God) ogni volta che ci siamo andati qui a Lussemburgo. Continua a leggere

Sonno, Questioni di Coppia e Qualche Consiglio

Il mercoledí é tradizionalmente il giorno della settimana in cui sono piú stanco. I mercoledí iniziano sempre un pó piú presto degli altri giorni in quanto ho il corso di francese la mattina: alle 0830, a voler essere precisi. Il professore é un tizio pignolo e a me piace essere puntuale. Anzi a me piace essere sempre in netto anticipo, cosí che finisco per arrivare in classe alle 8 o massimo alle 0810.

Di conseguenza i mercoledí mattina tutto si svolge una trentina di minuti prima del solito…la mia sveglia e quella di Sam, la doccia, la colazione, l’arrivo al nido. E tutto si fa in fretta e furia, e a ritmi serrati. Come nella vita di un cadetto d’accademia. Continua a leggere