Quando Si Fa Male Tuo Figlio

Ieri sera Sam si é fatto male a un piede, quello sinistro, forse una storta. O forse solo una forte botta. Saltando giú dal letto deve aver messo male il piede a terra. Di solito quando si fa male non piange, o comunque non piange molto. Ma ieri sera deve essersi fatto molto male, seriamente. L’ho controllato e non sembrava una frattura. Poi si é calmato, abbiamo letto un paio di libri ed é andato a letto.

La mattina seguente, appena sveglio, Sam é corso lungo il corridoio, zoppicando un pó. In quel momento non ho pensato alla caduta della sera prima. Dopo colazione peró, mentre cercavo di prepararlo e vestirlo, ho notato che aveva ancora fastidio al piede. Zoppicava vistosamente. Trascinava il piede e non camminava bene. Peró non si lamentava. Solo sul momento di uscire di casa, ho pensato al piccolo incidente della sera prima.

Zoppicava ancora quando siamo arrivati al nido. É sceso dalla macchina e come uno vecchietto si é avviato verso la porta. Ho avvisato le maestre. Lui silenzioso ma sofferente mi ha salutato col solito bacino.

Per tutto il resto del giorno ho continuato a pensare al mio ometto e al suo piede dolorante. Sperando che stesse meglio. E sperando che non fosse nulla di serio. Non vedevo l’ora di andarlo a prendere nel pomeriggio. Mi aveva rattristato molto vedere Sasú zoppicare e sentire dolore. Mi era tornato in mente quel giorno di tre mesi fa, quella domenica pomeriggio di fine agosto, in cui si era fatto sotto il mento a causa di una caduta. Ci vollero tre punti di sutura e tanto sangue. Povero Sam. E povera Natalia. Forse era stata proprio lei quella che aveva sofferto di piú.

É incredibile come cambino i punti di vista quando si é padri, rispetto a quello che percepivamo noi nei confronti di nostro padre quando eravamo piccoli. Quando Sam sta male o si fa male, penso sempre a mio padre e a quanto fossi stato cieco, ingrato e persino arrogante nei suoi confronti nella mia vita di figlio, prima che diventassi io stesso padre.

Le preoccupazioni e le attenzioni dei miei genitori mi erano sempre sembrate inutili, sproporzionate, offensive. Mi ero spesso arrabbiato con mio padre, anche in tempi non troppo lontani, per il fatto di essersi semplicemente preoccupato per me. E povero papá, quante preoccupazioni e paure gli avró fatto provare in tanti anni. Non oso neanche immaginare.

Beh, solo ora me ne rendo conto, ossia da quando sono papá anche io. La cosa che piú mi fa stare male quando Sam si fa male, é probabilmente quel sottile senso di colpa che provo quando vedo Sam soffrire per il dolore. Senso di colpa perché non sono riuscito a proteggerlo. A difenderlo. Perché non sono riuscito a prevenire che si facesse male.

Probabilmente anche Sam fará lo stesso. Sará cattivo come me. Anche lui si arrabbierá con me quando gli diró di non fare qualcosa perché é “pericoloso” o “perché ti fai male”. Penserá a me come a un vecchio brontolone e pauroso che si spaventa per tutto. E che non ha mai fatto nulla di rischioso nella vita. Ma ti sbagli Sam! Lo capirai un giorno anche tu.

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi posso inviarti un'email di notifica non appena scriverò nuovi post.

Si, va bene?! Allora registrati qui. Grazie!

One thought on “Quando Si Fa Male Tuo Figlio

Lascia il tuo commento