Come Restare in Forma da Papá

Natalia si era organizzata con un’amica, mamma di una compagna di nido di Sam, per andare tutti insieme in piscina questa mattina. Anche loro, come noi, hanno un bebé: Stefano, di quattro mesi. Alla fine il piano per andare in piscina é saltato e abbiamo optato per visitare un mercatino natalizio (e si, qui iniziano presto) della Croce Rossa lussemburghese.

Ovviamente Natalia mi aveva chiesto se fossi d’accordo sull’andare in piscina e le avevo risposto che per me andava bene. Avevo accettato piú che altro perché se non lo avessi fatto, mi avrebbe accusato di essere quello che non vuole mai andarci. Premetto che non é vero che non voglio andare in piscina (anzi), sebbene statistiche alla mano Sam si sia ammalato (e si ammala pochissimo, thank God) ogni volta che ci siamo andati qui a Lussemburgo.

In realtá peró questa volta proprio non avrei voluto andare in piscina. Il motivo principale é che sono cosí fuori forma (altro che prova costume!) da sentirmi quasi in imbarazzo. Ho fatto sport da quando sono nato e per la maggior parte della mia vita sono stato in grande forma. In altri anni un pó meno ma nulla di allarmante. Non mi sono mai lasciato andare in maniera sconsiderata.

Negli ultimi anni peró, e soprattutto negli ultimi due, ossia da quando metto giacca e cravatta e passo almeno otto ore al giorno seduto in ufficio o in una meeting room, la situazione é peggiorata. Potrei dire che ho smesso di fare sport regolarmente da quando é nato Sam, tre anni e mezzo fa. Non ho messo sú molto peso (dovrei eliminare intorno ai 3 o 5 kg) peró come capita, ho messo su pancia e ridotto massa muscolare.

Spesso vedo su Facebook foto di amici coetanei, ossia over quaranta, sposati e con figli (talora con piú di un figlio) e con vite professionali impegnative che riescono a postare in continuazione foto e video di loro allIron Man o allo SpartanRace o piú semplicemente in bici da corsa, piscina, et cetera. E io mi chiedo: ma come fanno? Come fanno a trovare il tempo per fare tutto questo sport e al tempo stesso essere presenti come padre e mariti? E a parte l’essere padri e mariti, anche ad aver tempo per loro stessi.

Io adoro sia Sam sia Olivia pero’ mi rendo conto che sto, anzi stiamo io e mia moglie, sacrificando molto, forse troppo tempo per loro a dispetto dello sport. Dopo essermi indignato durante l’estate per aver miseramento fallito l’appuntamento con la prova costume, i mesi di agosto e settembre invece erano stati ottimi: palestra tre volte alla settimana, personal trainer una volta a settimana, no gelati, no dolci, maggiore attenzione al cibo: persi un paio di chili e ritonificati un pó i muscoli. Non male.

Prima dell’ inizio del mio congedo parentale, durato un mese e finito tre giorni fa, in termini di attivitá sportiva avevo in mente di dare continuitá a quanto iniziato ad agosto e fare un pó di sport. Aspirazioni un pó ambiziose forse ma che credevo fattibili. Contavo di andare in palestra almeno una o due volte a settimana, magari a correre la mattina una o due volte a settimana, a nuotare di tanto in tanto e, forse qui stavo esagerando un pó, iniziare anche un corso di Krav Maga.

Un pó per pigrizia, un pó per stanchezza, un pó per i tanti impegni e un pó per tante altre cose, i miei velleitari piani sono miseramente falliti. Nelle ultime cinque settimane sono andato in palestra solo tre volte, no ho mai corso e mai nuotato. Ho ripreso a mangiare gelati e cioccolato e ho anche mangiato piú pane e pasta del solito. Ho dormito meno e peggio. Ovviamente un mix di fattori negativi che non mi hanno aiutato: piú calorie immesse, meno calorie bruciate. E’ semplice matematica.

Ma perché é cosí difficile essere fisicamente in forma quando si hanno bambini piccoli? Ovvero é davvero cosí difficile o sono io che trovo cosí arduo fare sport e avere un tenore di vita piú sano? Un tweet di Life of Dad chiedeva la mia stessa domanda un paio di giorni fa: What is your biggest challenge/struggle when it comes to staying fit? Qual è la tua più grande sfida / lotta quando si tratta di restare in forma? Cosa lo rende difficile?

Leggendo cosa scrivono gli altri esimi papá, ho la conferma che in effetti i problemi sono sempre quelli: la pigrizia, la scusa di non avere mai tempo e di lavorare troppo, il dormire poco e/o male, una dieta sbagliata. In realtá si puó porre rimedio a tutto. Se ci sono persone che ci riescono, ci posso senz’altro riuscire anche io. Bisogna organizzarsi bene, crederci e soprattutto capire perché é importante mantenersi in forma: fa bene al corpo e alla mente!

Prima di dar(mi) dei consigli su come agire, vorrei citare due principi dogmatici:

  1. La vita non sará mai piú come prima (intendo prima di avere figli, quando eravamo soli e spensierati e non avevamo nulla di cui rendere conto a nessuno)
  2. Fare sport, mangiare e dormire bene puó fare solo bene (quindi non fare sport, mangiare e dormire male ci puó fare solo male)

Riguardo ai miei consigli, sono solo quattro punti.

  1. Fallo! Non ci pensare troppo su…non procastinare, non trovare scuse…”vado in palestra o non vado?”, “troppo freddo per andare a correre?”, “meglio iniziare martedí anziché lunedí”. Iniziare é la parte piú difficile. Dai, forza! Una volta che hai ripreso a fare sport, vedrai i primi risultati. Ti fará star bene e ti dará la forza e la motivazione per continuare. L’importante é partire!
  2. Non farti condizionare da moglie e figli! Anche loro ringrazieranno e saranno contenti di avere un marito e un papá in forma, giovanile, tonico e non un uomo flaccido, triste e frustrato. Non sentirti in colpa quando fai la tua corsetta o quando sei in palestra! Anche tu meriti del quality-time per te.
  3. Ottimizza le risorse! Sostanzialmente mi riferisco alla risorsa tempo, che ahimé oggigiórno é forse la risorsa piú limitata che abbiamo. Non perdere tempo nell’andare nella palestra dall’altra parte della cittá. Fai sport durante la pausa pranzo. Fai sport a casa o in garage o in giardino. Organizzati! Ci sono dvd, tante app o siti su internet che offrono training per persone che hanno poco tempo e possono allenarsi solo a casa. Interessante (e gratuito), ad esempio, é il workout da poter far in 7 minuti presente sul sito del NewYork Times, questo é il link. Sono una serie di esercizi per cui bastano una sedia, un muro e il peso del vostro stesso corpo. Troverete due moduli: uno base e uno avanzato.
  4. La dieta!! Che dire…non sono un dietologo ma quello che devi fare é ridurre il numero delle calorie che immetti nel tuo corpo mangiando. Se da un lato bruci piú calorie facendo sport e dall’altro riduci il numero di calorie che introduci nel tuo corpo, per un semplice principio matematico dimagrirai Non mangiare dolci e ridurre l’apporto di carboidrati sicuramente aiuterá!

Beh, io mi sono auto-motivato scrivendo questo post. Da domani si torna in palestra.

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi posso inviarti un'email di notifica non appena scriverò nuovi post.

Si, va bene?! Allora registrati qui. Grazie!

Lascia il tuo commento